Matrimonio in comune: come funziona?

matrimonio-in-comune-come-funziona-come-vestirsi

Come funziona il matrimonio in comune e come vestirsi? È ancora di moda il classico abito bianco utilizzato in chiesa, o è meglio indossare vestiti colorati e meno legati alla tradizione? In questa guida definitiva sveleremo tutti i retroscena pratici e stilistici legati al matrimonio in comune affinché il tuo giorno del sì sia proprio come lo hai sempre sognato.

Come funziona il matrimonio in comune

Il matrimonio civile può essere svolto presso la Casa Comunale di residenza dei due sposi, oppure davanti all’ufficiale di stato civile. Spesso questo tipo di rito può svolgersi anche all’aperto o in altre location laiche come prati, parchi, ville, ecc. Sempre più frequente, ad esempio, è la scelta di sposarsi in spiaggia. Non solo, il matrimonio di tipo civile può pure essere ufficializzato da un cerimoniere, spesso pure da un amico o parente degli sposi, incaricato e che possa svolgere questo ruolo.

Ma come si fa a sposarsi in comune? Innanzitutto sarà necessario presentare fare un’opportuna richiesta di pubblicazione presso l’Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza di uno dei due futuri coniugi. Potrai farla direttamente, di persona, oppure potrai incaricare un terzo mediante delega/procura firmata da entrambi, è invece impossibile in quasi tutti i comuni italiani fare richiesta online.

Quanto tempo ci vuole prima di sposarsi in comune? Ovviamente ci sono delle tempistiche da rispettare; in media ci vorranno circa 180 giorni in totale. Innanzitutto le pubblicazioni dovranno rimanere esposte per 8 giorni, poi si aspettano altri 3 giorni per eventuali opposizioni (succede di rado che qualcuno si opponga almeno in epoca moderna). Quando sarà rilasciato il nulla osta dal comune avrai 180 giorni per poter celebrare il rito civile lì o in altra location, ma se non sarà ufficializzato dopo questo tempo dovrai ripetere le procedure di richiesta.

Il consiglio è quello di prendere accordi per tempo con l’Ufficiale Civile, con eventuale location preferita e solo dopo aver già bene in mente ciò che vuoi avviare la richiesta. I 180 giorni sembrano tanti ma, fidati, passeranno in fretta e nel caso del matrimonio in comune o in chiesa è sempre bene avere pianificato tutto nel dettaglio un bel po’ di mesi prima. Segui la nostra guida fino in fondo e scopri come rendere davvero unico il tuo sposalizio civile senza tralasciare alcun dettaglio fondamentale, outfit nuziale compreso.

Come organizzare il matrimonio in comune, consigli di stile da copiare subito

Il matrimonio in comune è sicuramente meno scenografico rispetto a quello più tradizionale svolto in chiesa, ma può essere altrettanto emozionante se organizzato ad hoc. Tendenzialmente le sale comunali dei paesi e delle città italiane risiedono in edifici storici dal grande valore, o vengono celebrate in chiese sconsacrate altrettanto accattivanti.

Certamente in comune non potrai esagerare con i festoni, si tratta di sale aperte al pubblico e frequentate da chi vi lavora e il decoro è fondamentale. Però potrai scegliere, ad esempio, di realizzare un libretto nuziale elegante e che gli invitati possano portare a casa come ricordo.

Cosa utilizzare per il matrimonio in comune? Gli event planner più in voga suggeriscono di:

  • scegliere un bouquet a contrasto rispetto al mood e ai colori degli abiti degli sposi, saprà attirare l’attenzione e “scaldare” l’atmosfera;
  • propendere per abiti scenografici ma non troppo pomposi, magari originali sì ma non kitsch;
  • far realizzare dei ventagli sobri e di carta, magari riciclata per un’impronta green, da dare agli ospiti se le nozze sono nelle giornate calde;
  • dare un dress-code agli invitati, magari suggerendo due tinte topic delle nozze, ma sottolinea che sarà bene essere eleganti, non eccentrici o sopra le righe;
  • utilizzare qualche composizione floreale con specie scenografiche e da disporre sul tavolo della celebrazione e all’ingresso della sala.

Come vestirsi per un matrimonio in comune, gli outfit migliori per gli sposi

C’è chi non rinuncerebbe mai al fascino del classico abito bianco, e come dargli torto? Se anche tu vuoi realizzare il sogno di quando eri bambina non dimenticare però alcune regole. Per esempio:

  • scegli abiti da sposa che non siano troppo ingombranti e vistosi, oggi ne trovi di altrettanti scenografici ma meno pomposi e démodé;
  • osa con una gonna di tulle, anche midi se non sei troppo alta;
  • non esagerare con gli accessori come i copri-spalle in eco-pelliccia, le scarpe con tacco vertiginoso, lo strascico troppo lungo, meglio un mini velo oppure un berretto elegante con mini veletta.

Gli abiti da sposa per il matrimonio in comune più di tendenza sono:

  • il tailleur chiaro o nelle nuance pastello;
  • quelli con gonna midi dal mood rètro, anche con dettagli in pizzo;
  • a sirena bianco o avorio ma morbido e realizzato con tessuti non troppo fascianti;
  • a jumpsuite con ruches o dettagli voluttuosi in tessuto.

L’abito da sposo è invece semplice. Evita lo smoking, le giacche troppo damascate e gli accessori troppo vistosi come il bastone, i guanti, la eco-pelliccia, i cappelli dal mood rètro. I colori da preferire sono certamente quelli tradizionali, gli intramontabili blu e nero, ma anche colorazioni pastello e più tenui, sbarazzine sono ben accette. L’importante è saper mixare la raffinatezza e la formalità del momento con le proposte più di tendenza e preferite.

Come vestirsi per un matrimonio in comune, i look ideali per gli invitati

Gli invitati allo sposalizio hanno sempre massima libertà, ma se vuoi rendere tutto più armonioso perché non dare un dress-code? Oggi si usa poco, però potresti anche proporre un ricevimento tipo white party, magari organizzando il tutto in estate con attimi da condividere sul manto erboso di una villa d’epoca. In questo caso tutti gli invitati dovranno indossare abiti da cerimonia rigorosamente bianchi.

Una sorta di pic-nic nuziale dove suggerisci un outfit meno formale ma più comodo e leggero. Potresti anche suggerire agli ospiti l’utilizzo di abiti in lino, tra l’altro molto freschi ed eleganti. Al contrario gli ospiti potranno scegliere ciò che vogliono, per esempio tra i look suggeriti e più di tendenza spiccano quelli declinati nelle nuance pastello, sia per le donne che per gli uomini giovani o id mezza età. Il completo blu è un vero must have invece, mentre le scarpe è bene siano stringate.

Scegliere il mese migliore per sposarsi può cambiare drasticamente l’organizzazione del tuo matrimonio! Per le donne, in qualsiasi stagione, sono consigliabili gonne lunghe o midi plissé, ma anche quelle di tulle, da evitare il rosso e il nero, colori oggi letteralmente fuori moda per lo sposalizio. Banditi anche gli abiti troppo eccentrici, sia per gli invitati uomini sia per le donne, meglio un look raffinato e comodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

× Come possiamo aiutarti?