Galateo matrimonio: guida per non sbagliare

galateo-matrimonio

Un matrimonio è sempre un evento importante, un occasione unica e solenne che merita un abbigliamento adeguato, sia per gli sposi che per coloro che sono invitati. In chiesa, in comune, in spiaggia o in qualsiasi altro luogo la cerimonia si tenga è d’obbligo rispettare alcune buone norme del galateo matrimonio.

Durante un ricevimento di nozze gli abiti devono essere azzeccati e mai eccessivi, e rispettare quindi una serie di accorgimenti. Dai tessuti, ai modelli, ai colori, è sempre buona regola informarsi prima di scegliere l’abito. A questo proposito abbiamo stilato una breve guida utile per vestirsi nel modo giusto ad un matrimonio, con tutta l’eleganza e lo stile che l’occasione richiede.

Galateo matrimonio invitati: gli abiti indicati

Partiamo dai colori: gli invitati devono ricordare di non strafare con gli abbinamenti e il colore, sia per quanto riguarda cerimonie in chiesa che per sposalizi alternativi, in spiaggia o matrimoni religiosi all’aperto.

Come si dice, la protagonista della festa è solo la sposa, quindi è buona regola secondo il galateo matrimonio escludere il bianco dalle nuances possibili per gli abiti degli invitati di sesso femminile. Analogamente è opportuno evitare colorazioni simili al bianco, tipo il panna, il beige, l’oro e altri colori troppo chiari o simili a un abito da sposa. Oltre al bianco, ci sono altri colori che risultano essere un tabù secondo il galateo matrimonio per invitati:

  • il nero rientra nei colori off limits, essendo generalmente collegato ai funerali;
  • il rosso, troppo vistoso, viene visto come il colore indossato dall’amante dello sposo;
  • anche il viola che si dice porti male.

La scelta migliore, dunque, ricade su abiti dai colori pastello abbinati a gioielli non troppo vistosi.

galateo-matrimonio-invitati

Per quanto riguarda la lunghezza degli abiti delle invitate il galateo è abbastanza chiaro: sono banditi vestiti troppo corti e ammessi invece abiti dal taglio medio. Ovviamente la lunghezza dell’abito si deve accordare con il tipo di cerimonia: se si tratta di un matrimonio che si celebra di sera gli abiti devono essere formali, quindi lunghi.

Diversamente se si tratta di cerimonie poco formali e diurne, celebrate per esempio la mattina o il pomeriggio presto, è possibile sfoggiare un abito medio, come un tubino. Da evitare categoricamente minigonne, abiti eccessivamente scollati e troppo corti.

È buona regola, inoltre, che le signore e signorine invitate ad una cerimonia nuziale scelgano il loro outfit in base al buon senso, alla corporatura, all’età e alla fisicità specifica.

Galateo matrimonio, l’abito della mamma dello sposo

Anche l’abito della mamma dello sposo deve rispettare una sorta di dress code, dettato dal galateo matrimonio. Solitamente si consiglia loro di evitare abiti lunghi, strascichi e altri vestiti dai tagli e modelli sofisticati e optare invece per qualcosa di classico e intramontabile, come un tailleur.

Perfetto per loro è un tailleur nelle colorazioni varianti del blu, come navy, cobalto, azzurro, celeste o cenere, da scegliere in base alla stagione e alla temperatura. Anche per loro è buona regola evitare il nero, il rosso, il viola e altri colori vistosi e inopportuni.

Matrimonio in spiaggia, l’outfit perfetto per il sì all’aperto

I matrimoni celebrati in riva al mare, in una location naturale bellissima e caratteristica sono sempre più frequenti soprattutto tra le giovani coppie. Ma come vestirsi per una cerimonia nuziale in spiaggia? Quali accorgimenti adottare?

Innanzitutto è bene tener conto dell’orario scelto dagli sposi per pronunciare il fatidico sì: se il matrimonio si tiene prima delle 18,00 si può optare per un abito semi corto o midi, se invece la cerimonia è prevista per la sera tardi meglio scegliere un abito lungo.

In ogni caso è opportuno scegliere un abito adatto all’occasione e alla location, come ad esempio un vestito in tessuto naturale, con colorazioni naturali e fantasiose, rimanendo comunque sul classico.
Per quanto riguarda le scollature si può osare un po’ di più rispetto ai matrimoni celebrati in chiesa o in comune.

Parlando dei colori, poi, l’idea migliore è quella di scegliere nuances che richiamano il mare, quindi il celeste, l’azzurro, il blu e il verde acqua. Da evitare motivi stampati come righe, conchiglie e altri elementi marini che potrebbero risultare fuori luogo se non addirittura volgari; è vero che si tratta di una cerimonia davanti alle onde del mare ma meglio rimanere sul classico e scegliere, in alternativa, uno stile floreale o una tinta unita.

Matrimonio in chiesa: regole per gli sposi e gli invitati

La cerimonia nuziale in chiesa è quella più solenne, che richiede dunque un abito formale ed estremamente elegante. In fase di scelta dell’abito è bene considerare la stagione in cui è stata fissata la cerimonia, l’orario e la situazione. In ogni caso si deve presenziare alle nozze con abiti adatti, non corti, preferibilmente non scollati oppure con scollatura a cuore o spalle scoperte. Importante coprire le spalle durante la cerimonia (leggi anche: “Cosa mettere sopra un abito da cerimonia“).

È da preferire un abito da cerimonia di colori tenui come verde menta, arancio, azzurro, rosa antico e carta zucchero, impreziositi da gioielli scintillanti e mai troppo grandi. Bandito, come si diceva prima, il bianco, il nero, il rosso e il viola: via libera anche a tailleur con gonna o pantalone, purché siano di colori chiari.

Attenzione ad abbinare bene tra di loro gli accessori e le scarpe: da preferire sandali con tacco oppure decolleté, rigorosamente senza plateau e magari abbellite dal qualche strass e coprispalle o foulard.

Per quanto riguarda gli invitati di sesso maschile, la scelta più ovvia ricade sul completo, con giacca e cravatta oppure, per chi vuole spiccare in eleganza, il farfallino.

Cerchi un abito da cerimonia a un buon prezzo? Scopri il nostro outlet di abiti da cerimonia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Come possiamo aiutarti?